Lenntech <!-- PLUGIN:LANGUAGE:water_treatment_and_purification --> Lenntech <!-- PLUGIN:LANGUAGE:water_treatment_and_purification -->

Neon - Ne

Proprieta' chimiche del Neon - Effetti sulla salute del neon - Effetti ambientali del neon

Numero Atomico

10

Massa Atomica

20.179 g.mol -1

Elettronegativita' secondo Pauling

Sconosciuta

Densita'

0.9*10 -3 g.cm-3 at 20°C

Punto di fusione

-249 °C

Punto di ebollizione

-246 °C

Raggio di Vanderwaals

0.16 nm

Raggio Ionico

Sconosciuto

Isotopi

3

Guscio elettronico

[ He ] 2s22p6

Energia di prima ionizzazione

2080 kJ.mol -1

Energia di seconda ionizzazione

Sconosciuta

Potenziale Standard

Sconosciuto

Scoperto da

Sir Ramsay nel 1898

Neon - Ne

Neon

Il neon è stato scoperto da William Ramsay e Morris Travers nel 1898.

È il secondo gas nobile più leggero, emette una luce rossastro-arancione in un tubo di scarico a vuoto ed in lampade al neon ed ha oltre 40 volte la capacita' di refrigerazione dell'elio liquido e tre volte quella dell'idrogeno liquido (su una base per volume unitario). Nella maggior parte delle applicazioni è un refrigerante meno costoso rispetto all'elio. Il neon ha la scarica più intensa alle tensioni ed alle correnti normali di tutti i gas rari.

Anche se il neon è per la maggior parte delle applicazioni pratiche un elemento inerte, può formare un composto esotico con il fluoro in laboratorio. Non è noto per certo se questo o qualunque composto di neon esista naturalmente ma una certa evidenza suggerisce che cio' può essere possibile. Gli ioni, Ne+, (NeAr)+, (NeH)+ e (HeNe+) sono anche stati osservati attraverso ricerca spettrometria ottica e di massa. In aggiunta, il neon forma un idrato instabile.

Applicazioni

Il colore rossastro-arancione che il neon emette nelle luci al neon è ampiamente usato nei segnali pubblicitari. Il neon è generalmente usato per questi tipi di luci anche quando in realtà molti altri gas sono usati per produrre luce di colori differenti. Altri applicazioni del neon includono indicatori di alta tensione, limitatori di tensione, tubi di misurazione delle onde e tubi della televisione. Il neon e l'elio sono usati per fare un tipo di gas laser.

Il neon nell'ambiente

Il neon liquefatto è usato commercialmente come economico refrigerante criogenico.

Anche se il neon è il quarto elemento piu' abbondante nell'universo, solo lo 0.0018% dell'atmosfera della terra è di neon.

Il neon è solitamente trovato in forma gassosa con le molecole che consistono di singolo atomo di neon. Il neon è un gas raro contenuto nell'atmosfera della terra in 1 parte per 65.000 ed è prodotto tramite surraffreddamento dell'aria e distillandola in frazioni dal liquido criogenico risultante.

Effetti sulla salute del neon

Vie di esposizione: la sostanza puo' essere assorbita nel corpo tramite inalazione.

Rischio di inalazione: A seguito di perdita di contenimento questo liquido evapora molto velocemente causando la sovrasaturazione dell'aria con seri rischi di soffocamento se in aree limitate.

Effetti di esposizione: Inalazione: asfissiamento. Pelle e occhi: a seguito del contatto con il liquido: frostbite.

Inalazione: Questo gas è inerte ed è classificato come sostanza asfissiante semplice. L'inalazione in concentrazioni eccessive può provocare stordimento, nausea, vomito, perdita di coscienza e morte. La morte può derivare dagli errori nel giudizio, confusione, perdita di coscienza che impediscono l'auto-salvataggio. A bassi livelli di ossigeno, possono verificarsi perdita dei sensi e morta in pochi secondi senza avvertimento.

L'effetto dei gas semplicmente asfissianti è proporzionale alla misura in cui diminuiscono la quantità (pressione parziale) di ossigeno nell'aria respirata. L'ossigeno può essere diminuito al 75% della sua percentuale normale nell'aria prima che si sviluppino sintomi apprezzabili . Ciò a sua volta richiede la presenza di una sostanza asfissiante semplice in una concentrazione del 33% nella miscela di aria e di gas. Quando la sostanza asfissiante semplice raggiunge una concentrazione peri al 50%, possono verificarsi sintomi forti. Una concentrazione del 75% è mortale in pochi minuti.

Sintomi: I primi sintomi prodotti da una sostanza asfissiante semplice sono respirazioni rapida e mancanza di aria. La vigilanza mentale è diminuita e la coordinazione muscolare alterata. La capacita' di giudizion diventa difettosa e tutte le sensazioni sono diminuite. Si verificano spesso e rapidamente instabilità impressionabile e affaticamento. Mentre l'asfissia progredisce, ci possono manifestarsi nausea e vomito, prostrazione e perdita della coscienza ed infine convulsioni, fino coma profondo e morte.

Effetti ambientali del neon

Neon e' un gas atmosferico raro e come tale e' non tossico e chimicamente interte. Il neon non ha alcun effetto e non costituische nessun rischio per l'ambiente, in quanto e' inerte e non forma alcun composto.

Non e' noto Nessun danno ecologico causato da questo elemento.


 

Indietro alla tavola periodica.


 

A proposito di Lenntech

Lenntech BV
Rotterdamseweg 402 M
2629 HH Delft

tel: +31 152 755 706
fax: +31 152 616 289
e-mail: info@lenntech.com


Copyright © 1998-2016 Lenntech B.V. All rights reserved