Lenntech <!-- PLUGIN:LANGUAGE:water_treatment_and_purification --> Lenntech <!-- PLUGIN:LANGUAGE:water_treatment_and_purification -->

Elio - He

Proprieta' chimiche dell'elio - Effetti sulla salute dell'elio

Numero atomico

2

Massa atomica

4.00260 g.mol -1

Elettronegativita' secondo Pauling

non nota

Densita'

0.178*10 -3 g.cm -3 a 20 °C

Punto di fusione

- 272.2 (26 atm) °C

Punto di ebollizione

- 268.9 °C

Raggio di Vanderwaals

0.118 nm

Raggio ionico

non noto

Isotopi

2

Guscio elettronico

1s 2

Energia di prima ionizzazione

2372 kJ.mol -1

Energia di seconda ionizzazione 5250.5 kK.mol-1

Scoperto da

Sir Ramsey nel 1895

Helium - He

Elio

Caratteristiche

Elemento chimico gassoso, simbolo: He, numero atomico: 2 e peso atomico 4.0026 g/mol. L'elio è uno dei gas nobili del gruppo O nella tabella periodica. È il secondo elemento più leggero. La fonte principale di elio sul nostro pianeta è una serie di campi di gas naturale negli Stati Uniti.

L'elio è un gas incolore, inodore, insapore e non tossico. È meno solubile in acqua che qualunque altro gas. È l'elemento meno reattivo ed essenzialmente non forma composti chimici. La densità e la viscosità del vapore di elio sono molto basse. La conducibilità termica ed il contenuto calorico sono eccezionalmente alti. L'elio può essere liquefatto, ma la sua temperatura di condensazione è la più bassa fra tutte le sostanze note.

Appicazioni

L'elio e' usato in molte applicazioni che sfuttano una o piu' delle sue caratteristiche uniche, quali: basso punto di ebollizione, bassa densita', bassa solubilita', alta conduttivita' termica o la sua inerzia. L'elio fu il primo gas usato per riempire gli aerostati ed i dirigibili. Questa applicazione continua nella ricerca sulle altitudini e per gli aerostati meteorologici. L'utilizzazione principale dell'elio è come gas inerte di protezione nella saldatura autogena. Il suo potenziale più grande risiede nelle applicazioni a temperature molto basse. L'elio è l'unico gas di raffreddamento in grado di raggiungere temperature inferiori ai 15 K (-434ºF). L'applicazione principale della temperatura ultrabassa consiste nello sviluppo della condizione di superconduttivita', in cui la resistenza al flusso di elettricità è quasi zero. Altre applicazioni consistono nel suo uso come gas pressurizzante e come liquido propellente per razzi, nelle miscele elio-ossigeno per i tuffatori, come fluido operativo nei reattori nucleari raffreddato da gas e come gas portante nelle analisi chimiche da gascromatografia.

L'elio nell'ambiente

L'elio e' il secondo elemento piu' abbondante nell'universo conosciuto dopo l'idrogeno e constituisce il 23% di tutta la materia elementare misurata in massa. L'elio si e' formato sulla terra da deperimento radioattivo naturale degli elementi più pesanti. La maggior parte di questo elio migra alla superficie ed entra nell'atmosfera. Potrebbe essere logico pensare che la concentrazione dell'elio in atmosfera sia superiore di quanto e' in realta' (5.25 ppm al livello del mare). Tuttavia, il suo basso peso molecolare gli consente di fuoriuscire nello spazio alla stessa velocita' in cui si forma. Esiste uno strato nell'eterosfera (una parte dell'atmosfera piu' esterna) a 600 miglia (circe 1000 km) dove l'elio e' il gas dominante (sebbene la sua pressione totale sia piuttosto bassa). I gas naturali contengono concentrazioni piu' alte di elio rispetto all'atmosfera.
L'elio e' il 71esimo elemento piu' abbondante nella crosta terrestre, dove e' contenuto in una quantita' di 8 ppb (parti per miliardo, 10-9).

Effetti sulla salute dell'elio

Effetti di esposizione: L'elio può essere assorbito nel corpo da inalazione. Inalazione: altrerazione della voce, stordimento, emicranie, suffocamento. Pelle: a contatto con il liquido: congelamento. Occhi: a contatto con liquido: congelamento.

Rischio di inalazione: con perdite di contenimento questo gas può causare soffocamento abbassando il livello di ossigeno dell'aria in zone limitate. Controllare il livello di ossigeno prima di entrare nella zona.

L'elio naturale in condizioni standard non e' tossico, non gioca alcun ruolo biologico ed e' contenuto in tracce nel sangue degli esseri umani.

Indietro alla tavola periodica.

A proposito di Lenntech

Lenntech BV
Rotterdamseweg 402 M
2629 HH Delft

tel: +31 152 755 706
fax: +31 152 616 289
e-mail: info@lenntech.com


Copyright © 1998-2016 Lenntech B.V. All rights reserved