Argento - Ag

Proprieta' chimiche dell'argento - Effetti dell'argento sulla salute - Effetti ambientali dell'argento

Numero atomico

47

Massa atomica

107.87 g.mol -1

Elettronegativita' sencondo Pauling

1.9

Densita'

10.5 g.cm-3 at 20°C

Punto di fusione

962 °C

Punto di ebollizione

2212 °C

Raggio di Vanderwaals

0.144 nm

Raggio ionico

0.126 nm

Isotopi

11

Guscio elettronico

[ Kr ] 4d10 5s1

Energia di prima ionizzazione

758 kJ.mol -1

Energia di seconda ionizzazione

2061 kJ.mol -1

Scoperto da

Gli antichi

Silver - Ag

 

Liquid or vapor may be irritating to skin, eyes, throat, or lungs. Intentional misuse by deliberately concentrating and inhaling the contents of this product can be harmful or fatal.

 

Ingestion hazards: moderately toxic. May cause stomach discomfort, nausea, vomiting, diarrhea, and narcosis. Aspiration of material into lungs if swallowed or if vomiting occurs can cause chemical pneumonitis which can be fatal.

Target organ: chronic overexposure to a component or components in this material has been found to cause the following effects in laboratory animals:

- Kidney damage
- Eye damage
- Lung damage
- Liver damage
- Anemia
- Brain damage

Environmental effects of silver

For information on:

- Environmental levels
- Effects of organisms in the laboratory and field
- Aquatic environment: Toxicity of silver compounds to aquatic species
- Terrestrial environment
- Effects evaluation

See the following external link:

http://www.inchem.org/documents/cicads/cicads/cicad44.htm#6.0


Back to the periodic table of elements

 

Argento

L'argento puro è quasi bianco, brillante, morbido, molto duttile, malleabile e un eccellente conduttore di calore e di elettricità. Non è un metallo chimicamente attivo e', tuttavia, attaccato da acido nitrico (che forma il nitrato) e da acido solforico concentrato caldo. Ha la maggiore conduttività elettrica di tutti i metalli, ma il suo costo elevato ha impedito che si diffondesse nelle applicazioni elettriche.

L'argento è quasi sempre monovalente nei suoi composti, sono noti un ossido, un fluoruro ed un solfuro di argento bivalente. Non si ossida in aria ma reagisce con il solfuro di idrogeno presente nell'aria, formando il solfuro di argento (appannamento). Ecco perchè gli oggetti d'argento hanno bisogno di regolare pulizia. L'argento è stabile in acqua.

Applicazioni

L'impiego principale dell'argento è come metallo prezioso ed suoi sali alogenuri, specialmente il nitrato di argento, sono ampiamente usati anche in fotografia. E' usato principalmente in fotographia, industria elettrica ed elettronica e per consumi interni come posate, gioielli e specchi.
Sia le immagini a colori che in bianco e nero hanno sfruttato l'argento dagli albori della fotografia: il bromuro e lo ioduro di argento sono sensibili alla luce. Quando la luce colpisce una pellicola ricoperta da uno di questi composti, alcuni ioni si ritrasformano nel metallo in nuclei molto piccoli e la pellicola è quindi sviluppata con un agente riducente che causa la deposizione di più argento su questi nuclei. Quando il negativo ha l'intensità desiderata, il bromuro o lo ioduro di argento viene eliminato tramite dissoluzione in un agente fissante, lasciando dietro l'immagine.
L'argento è impiegato anche nell'industria elettrica: i circuiti stampati sono fatti usando le vernici d'argento e le tastiere del calcolatore sfruttano contatti elettrici d'argento. Le proprietà catalitiche d'argento lo rendono ideale per impiego come catalizzatore nelle reazioni di ossidazione. Altre applicazioni sono in odontoiatria ed in batterie di lunga durata e di grande capacità a zase di zinco.

Lo zinco nell'ambiente

I livelli d'argento nel terreno non sono solitamente alti tranne nelle zone ricche di minerali dove possono a volte essere fino a 44 ppm. Le piante possono assorbire argento e i livelli misurati sono compresi tra 0,03-0,5 ppm.

L'argento metallico si presenta naturalmente sotto forma di cristalli, ma come massa compatta; esistono piccoli depositi in Norvegia, Germania e Messico. I minerali d'argento principali sono acantite estratta in Messico, Bolivia e Honduras e la stefanite, estratto in Canada. Tuttavia l'argento e' principalmente ottenuto come sottoprodotto nella raffinazione di altri metalli. La produzione mondiale di argento nuovo estratto è intorno alle 17.000 tonnellate all'anno, di cui soltanto circa un quarto proviene dalle miniere d'argento. Il resto è un sottoprodotto della raffinazione degli altri metalli.

Effetti dell'argento sulla salute

I sali d'argento solubili, soprattutto l'AgNO3, sono mortali in concentrazioni fino a 2g (0,070 once). I composti dell'argento possono essere lentamente assorbiti dai tessuti del corpo, con conseguente pigmentazione bluastra o nerastra della pelle (argiria).

Contatto con gli occhi: può provocare gravi ferite corneali se il liquido entra in contatto con gli occhi. Contatto della pelle: può causare l'irritazione cutanea. Il contatto ripetuto e prolungato con la pelle può causare dermatite allergica. Rischi di inalazione: esposizione ad alte concentrazioni di vapori può causare stordimento, difficoltà di respirazione, emicranie o irritazione respiratoria. Concentrazioni estremamente alte possono causare stordimento, indebolimento, confusione, stato di incoscienza, coma o morte.

Il liquido o il vapore possono essere irritantanti per pelle, occhi, gola, o polmoni. L'abuso intenzionale tramite intenzionale concentrazione ed inalazione del contenuto di questo prodotto può essere nocivo o mortale.

Rischi di ingestione: moderatamente tossico. Puo' causare disagio intestinale, nausea, vomito, diarrea e narcosi. L'aspirazione di materiale nei polmoni se si verificano deglutizione o vomito può causare la polmonite chimica che può essere mortale.

Organi bersaglio: la sovresposizione cronica ad uno o piu' componenti in questo materiale è stata individauta avere i seguenti effetti sugli animali da laboratorio:

- danni renali
- lesione dell'apparato visivo
- danno ai polmoni
- danni al fegato
- anemia
- danni cerebrali

La sovresposizione cronica ad uno o piu' componenti in questo materiale è stata individauta avere i seguenti effetti sugli esseri umani:

- Anomalie cardiache
- Alcuni rapporti hanno associato sovresposizione ripetuta e prolungata a solventi a danni permanente a cervello permanente e sistema nervoso.
- ll contatto ripetuto della pelle o del sistema respiratorio del chetone etilico metilico può aumentare la potenza delle neurotossine come l'esano si verificano esposizioni contemporanee.

Effetti ambientali dell'argento

Per informazioni su:

- Livelli ambientali
- Effetti sugli organismi in lacoratorio e in campo
- Ambiente acquatico: tossicita' di composti dell'argento per specie acquatiche
- Ambiente terrestre
- Stima degli effetti

Vedere il seguente link esterno:

http://www.inchem.org/documents/cicads/cicads/cicad44.htm#6.0

Indietro alla tavola periodica degli elementi.

 


 






Bookmark and Share


Lenntech BV

Rotterdamseweg 402 M
2629 HH Delft
The Netherlands

tel: +31 15 27 55 706

fax: +31 15 261 62 89

e-mail: info@lenntech.com