Lenntech <!-- PLUGIN:LANGUAGE:water_treatment_and_purification --> Lenntech <!-- PLUGIN:LANGUAGE:water_treatment_and_purification -->

Filtro a Y

Informazioni sulle applicazioni del filtro a Y

Questa pagina in Olandese

I Filtri a Y sono dispositivi per la rimozione meccanica dei solidi indesiderati da correnti liquide, gassose o di vapore tramite un elemento perforato o fornito di rete metallica. Sono utilizzati nelle tubature per proteggere pompe, misuratori, valvole di controllo, blocchi di vapore, regolatori e altra attrezzatura di processo.

I filtri a Y hanno un ottimo rapporto qualitá/prezzo in vari ambiti di applicazione. Uno di questi si ha nel caso in cui il materiale da rimuovere dal flusso sia in quantitá relativamente piccole, risultando in lunghi intervalli fra una pulizia del filtro e l’altra. La barriera del filtro é in questi casi pulita manualmente interrompendo la linea di flusso e rimuovendo il coperchio del filtro. In applicazioni con maggiore carico di solidi, i filtri a Y possono essere muniti con una connessione di ‘’blow-off’’ (spazzare via) che permette di pulire la barriera senza rimuoverla dal corpo filtro.

I filtri a Y sono utilizzati in una grande varietá di applicazioni di filtrazione liquidi per proteggere i componenti a valle in diverse industrie, come ad esempio: processi chimici, petrolio, centrali elettriche e trattamento acque marine. Sono molto comuni le applicazioni nei casi in cui i filtri a Y sono usati per proteggere l’attrezzatura che potrebbe essere rovinata o otturata da sabbia, ghiaia o altri detriti indesiderati presenti nell’acqua.

Nonostante siano spesso utilizzati per molti tipi diversi di liquidi, i filtri a Y sono considerati lo standard nelle applicazioni su flussi di vapore e sono utilizzati quasi universalmente per queste applicazioni. La loro forma compatta e cilindrica é molto resistente e puó sopportare elevate pressioni. Sono, letteralmente, dei contenitori di pressione. Filtri a Y in grado di sopportare pressioni fino a 6000 psi non sono poco comuni. Ovviamente, in questi casi, il design del filtro é essenziale per far sí che si possano sopportare determinate pressioni senza incorrere in fallimenti. Quando si tratta con flussi di vapore a pressione elevata, sorge un altro fattore di complicazione, la temperatura. Con pressioni di vapore pari a 1500 psi o superiori, l’acciaio al carbone standard non é sempre adeguato perché la temperatura del vapore puó raggiungere 1000° F o anche di piú. In questi casi, il corpo del filtro a Y é generalmente fatto di acciaio al cromo-molybdeno.

A parte il vapore, i filtri a Y sono spesso usati in trattamenti per aria e gas naturale. Anche in questi casi sono comuni pressioni elevate. Tuttavia, a differenza del vapore, una pressione elevata dell’aria non implica automaticamente una temperatura elevata e corpi filtro di acciaio al carbone risultano quindi essere generalmente sufficienti.

A differenza di altri tipi di filtri, un filtro a Y ha il vantaggio di essere facilmente installabile sia in orizzontale che in vertical. Ovviamente, in entrambi i casi, l’elemento di barriera deve trovarsi sul lato ‘’in basso’’, per permettere che lo sporco si accumuli al suo interno.

Alcuni produttori riducono la dimensione del filtro a Y per risparmiare materiale e abbassare i costi. Prima di installare un filtro a Y far attenzione che sia abbastanza largo da far fronte al flusso. Un filtro economico potrebbe indicare un’unitá sotto-dimensionata.


I filtri a Y in acciaio al carbonio sono usati principalmente nell’industria petrolifera e petrolchimica. Hanno un’eccellente resistenza a shock termici o meccanici, una considerazione importante nel caso di incendi. La maggior parte delle raffinerie non accetta tubature in ferro per questo motivo. I filtri a Y in acciaio a carbonio sono utilizzati in condizioni di alta pressione grazie alla loro resistenza.

Filtri a Y in acciaio inox sono usati quando é richiesta una grande resistenza alla corrosion o quando é necessario evitare la possibilitá di contaminazione. Sono molto popolari nell’industria chimica, alimentare e farmaceutica.

Non é mai abbastanza ribadire che i filtri a Y per applicazioni critiche devono essere progettati adeguatamente. Ció significa pareti sufficientemente spesse e connessioni di ‘’blow-off’’. Ad esempio, nelle line di flusso di vapore non ben sigillate, la condensa puó accumularsi nei punti piú bassi e trasformarsi in acqua piena di scorie che viagga a forte velocitá lungo la tubatura. Anche la piú piccolo deviazione causata dal filtro a Y puó dar luogo a shock tremendi che possono danneggiare il filtro. In questi casi, i produttori che assottigliano le pareti per risparmiare peso e costi stanno cercando guai.

Un filtro a Y, se munito di connessioni di “blow-off’’, puó essere un filtro auto-pulente. Una valvola é installata sulla connessione situata sul coperchio del filtro. Quando la valvola é aperta il materiale intrappolato dentro l’elemento di barriera viene scaricato. La figura sopra mostra un filtro a Y con connessione di “blow-off”.

Un altro aspetto fondamentale da controllare nei filtri a Y é il punto nel quale la barriera o elemento di filtrazione é sigillato al corpo. Il sigillo deve essere lavorato accuratamente da una macchina apposite per far in modo che nessuna particella sia in grado di oltrepassarlo. La stessa cosa vale per l’estremitá di sgombero. La barriera deve incastrarsi saldamente. Fare attenzione ai filtri con sigilli non lavorati a macchina. Una sbagliata posizionatura dell’elemento di barriera permetterebbe ad alcune parti del fluido di passare al lato del filtro, facendo trovare sporco o detriti a valle del filtro.

I filtri a Y sono disponibili in diverse varietá di connessioni terminali, fra cui filettate, flangiate e saldate. Le flange sono disegnate secondo le specifiche ANSI.

Flange speciali come ad esempio quelle con giunture ad anello, sono spesso disponibili. I filtri a Y possono essere costruiti delle dimensioni delle flange della marina statunitense, diverse dagli standard commerciali. Per applicazioni a pressioni estremamente elevate, spesso si specificano  filtri a Y con saldatura finale ‘’socket’’ o a punti.
Al momento di precisare o comprare un filtro a Y, il prezzo, spesso la prima considerazione, dovrebbe essere la considerazione meno importante. Un filtro a Y ben fatto e accuratamente disegnato dura un tempo quasi indefinito. Il suo costo iniziale, quindi, non é importante se paragonato ad altre caratteristiche durante tutti gli anni di durata di servizio.

A proposito di Lenntech

Lenntech BV
Rotterdamseweg 402 M
2629 HH Delft

tel: +31 152 755 706
fax: +31 152 616 289
e-mail: info@lenntech.com


Copyright © 1998-2017 Lenntech B.V. All rights reserved